In collaboration with

LE GEMME NASCOSTE DEI VINI ITALIANI (SOSTENIBILI) ALL’ ITALIAN CUISINE AND WINES WORLD SUMMIT

La dodicesima edizione dell’Italian (Sustainable) Cuisine & Wines World Summit si è aperta Sabato 6 Novembre con due esclusivi eventi presso lo splendido Mandarin Oriental Jumeirah, a Dubai.
La serata di Gala ha accolto le autorità e le personalità più prominenti degli Emirati Arabi Uniti e l’evento “Le Gemme Nascoste dei Vini  Italiani (Sostenibili)”, dove i più importanti sommeliers di Dubai, commercianti di vino e operatori del settore Food&Beverage hanno avuto l’occasione di incontrare i produttori di alcune delle migliori cantine italiane e apprendere la loro visione sulla sostenibilità.

Tema centrale dell’evento “Le Gemme Nascoste dei Vini  Italiani (Sostenibili)” è stato infatti la sostenibilità; lo scopo dell’evento è stato quello di dare voce ad alcuni degli eccezionali produttori come Ricasoli, Pio Cesare, Tenute Silvio Nardi e Varvaglione, i quali hanno condiviso il loro impegno e la loro forte volontà di produrre vini di altissima qualità nel rispetto delle vigne, del suolo e dell’ambiente.
I vini sono stati abbinati ad un menù speciale preparato da Chefs stellati come Heinz Beck, Paolo Gramaglia, Max Mascia, Sara Preceruti e Sergio Vineis.

I sommeliers Simone Luca Gagliardi e Anna Paclet hanno predisposto una degustazione alla cieca, con l’intento di giocare con le emozioni e sensazioni suscitate nei loro ospiti, permettendo così uno scambio onesto ed emozionante tra produttori e operatori, ignari delle etichette che stavano assaggiando.

Le Gemme Nascoste non hanno faticato molto ad essere riconosciute…

Historia Familiae di Ricasoli, un vino complesso e sensuale accessibile solo ai membri del club privato di wine lovers o nella IWCB.

Bricco del Treiso di Pio Cesare, un cru di Barbaresco di estrema eleganza, presentato dalla giovane e talentuosa produttrice Federica Boffa, che ha commosso il pubblico con un discorso che ha trasparito passione e conoscenza.

Manachiara delle Tenute Silvio Nardi, che presenta un eccezionale Brunello di Montalcino in purezza, espressione di territorialità ed eleganza.

Dal Nord al Sud dell’Italia, vini di altissimo livello che hanno una visione comune: il rispetto del pianeta.